Elezioni Ordine dei Medici BO 2018-2020

settembre 20, 2017 in Bologna, Eventi e Convegni, Ordine dei Medici

Cari Colleghi, nei prossimi giorni si terranno le elezioni dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri della nostra provincia.

 

Per la prima volta da moltissimi anni il Direttivo della FIMMG provinciale ritiene che non vi siano le condizioni per una condivisione programmatica del nostro sindacato  con nessuna delle due liste che, ad oggi, hanno dichiarato di volersi confrontare nelle prossime elezioni.

 

  • Non riteniamo, infatti, di poter sostenere la lista che porta, per la quinta volta, come capolista l’attuale Presidente. Di questa presidenza, infatti, non abbiamo apprezzato lo stile poco collegiale nella gestione, diverse iniziative in materia previdenziale che anche con esposti alla magistratura hanno isolato l’Ordine di Bologna a livello Nazionale, l’uso disinvolto ed il travisamento del tanto proclamato, in sede pre elettorale, rapporto paritario con gli interlocutori, sfociato nel mancato rispetto di accordi e d’intese, non ultima quella dell’alternanza e per ultimo l’uso, in qualche caso discutibile, del potere disciplinare.

 

  • L’altra lista “Rinnovamento per l’Ordine“, invece, si sta coagulando intorno ad un “Appello per il voto” dei cui contenuti, così come sulla origine della rappresentatività dei componenti, non possiamo che dirci perplessi. In quel documento si pone al centro del programma del prossimo Consiglio la collaborazione tra i medici, le professioni sanitarie e l’amministrazione pubblica; tutto questo come se le contrapposizioni e le difficoltà oggi esistenti tra i medici e le altre professioni sanitarie non fossero nate da forzature ispirate da alcune minoritarie associazioni di quelle stesse professioni, sostenute dalle politiche sanitarie della nostra Regione. Questa Lista, alternativa alla attuale presidenza, offre a queste posizioni una così larga rappresentanza da farci temere pesanti condizionamenti.

 

In questa tornata elettorale pertanto non potremo dare indicazioni di voto né candidature sulle quali far convergere i tanti voti che la FIMMG di Bologna è stata ed è in grado di esprimere. Vogliamo così sottolineare la distanza che separa i programmi e la composizione di entrambi i raggruppamenti, che si sono candidati alla guida dell’Ordine dei Medici della provincia di Bologna, dai legittimi interessi della Medicina generale.

 

Fabio M. Vespa

Segretario provinciale FIMMG Bologna