Mobilitazione del Sindacato in previsione di azioni di lotta …

febbraio 17, 2015 in Comunicati Stampa, Convenzione, Fimmg Nazionale, Notizie, Senza categoria

Il Consiglio Nazionale della FIMMG
DENUNCIA
il perdurare dell’atteggiamento della SISAC di boicottaggio, nei fatti, del tavolo del rinnovo dell’ACN attraverso la strutturazione e la proposizione sul territorio di modelli gestionali, già falliti nell’organizzazione della assistenza ospedaliera, sintetizzabili in:
o identificazione della struttura come unica interfaccia assistenziale per il cittadino;
o perdita della capillarità dell’assistenza;
o finanziamento della struttura attraverso la depauperazione del monte retributivo professionale, senza alcun investimento regionale ai fini dell’ efficientizzazione della medesima;
o superamento del rapporto personale con l’assistito;
o cancellazione conseguente della libertà di scelta del proprio medico di fiducia;
o superamento dell’approccio professionale dell’assistenza, sostituito da ordini di servizio burocratico-amministrativi;
o subordinazione di fatto di liberi professionisti convenzionati ai quali, unici, si negherebbe anche l’esercizio della libera professione;
o erosione progressiva e costante delle fonti di finanziamento a tutela della previdenza fornita ai medici dall’ENPAM.

Il Consiglio Nazionale della FIMMG, invece da tempo
PROPONE
un modello assistenziale fondato su:
o una rimodulazione del finanziamento orientato a dare risposte immediate ai bisogni dei cittadini;
o una prossimità delle cure;
o salvaguardia della libertà di scelta;
o potenziamento dei supporti organizzativi, diagnostici e terapeutici del territorio.

Il Consiglio Nazionale della FIMMG
RITIENE,
data la natura dei temi proposti, assolutamente indispensabile che essi vengano immediatamente affrontati su un tavolo che abbia competenza politico-programmatica.

Il Consiglio Nazionale della FIMMG
DA’ MANDATO
ai Segretari Regionali di richiedere un incontro urgente col Presidente Regionale per conoscere la posizione della rispettiva Regione sullo stallo del rinnovo dell’ACN e per sapere quali iniziative intenda prendere a livello degli organi delegati nazionali, preannunciando anche le inevitabili azioni di lotta sindacale che si instaureranno, a breve, nel caso si verifichi il perdurare di tale situazione.
Il Consiglio Nazionale della FIMMG, pertanto,
PROCLAMA
la mobilitazione del Sindacato, e si impegna a portarla avanti attraverso una costante e capillare comunicazione delle motivazioni che determinano il Consiglio Nazionale e
DA’ MANDATO
al Presidente Nazionale di convocare un prossimo Consiglio in data 28 Marzo 2015 per la messa in atto delle necessarie azioni di lotta sindacale, ivi compreso lo sciopero.

Approvata all’unanimità