Areoporto “Marconi” senza Medici. La nota ENAC del 30\1\15: Comunicato stampa della FIMMG Bologna …

dicembre 28, 2014 in Attività sindacali, Bologna, Comunicati Stampa, Continuità Assistenziale, Notizie, Province

areoportoareoporto
BOLOGNA 01\02\2015

COMUNICATO STAMPA

Riorganizzazione del PRESIDIO SANITARIO AEROPORTUALE dell’Aeroporto “Marconi” di Bologna.

L’Azienda Sanitaria locale di Bologna, dal 01/01/2015 ha deciso di eliminare la presenza continuativa di un medico a favore della sola presenza di un’ambulanza con infermiere (Delibera AUSL Bologna 271 del 17/12/2014).

Considerato che :

• lo stesso Aeroporto “Marconi” è fra gli aeroporti italiani più attivi nei voli internazionali con oltre sei milioni di passeggeri, centinaia di migliaia di visitatori e centinaia di operatori,
• il medico presente h.24 negli ultimi anni presso il “Marconi” interagiva con il personale di Sanità Aerea nella valutazione del rischio infettivo dei passeggeri provenienti da altri paesi, oltre ad affrontare annualmente migliaia di problematiche sanitarie,
• non rientra nei compiti né nelle competenze degli infermieri formulare diagnosi e prescrivere terapie,
• vista la nota ENAC del 30\01\15 Prot.: 0010339 nella quale si ribadisce : “ i requisiti minimi di costituzione del Presidio sanitario aeroportuale non possono che prevedere la presenza costante di un medico eventualmente supportato da una figura professionale paramedica…”

La FIMMG riafferma il proprio giudizio di non conformità del nuovo assetto che la AUSL di Bologna ha voluto dare al Presidio sanitario (PSA) del terzo Aeroporto italiano per movimento passeggeri e ritiene che, in assenza di una professionalità medica, il PSA non potrà essere in grado di garantire risposte veramente efficaci e soprattutto appropriate, alle diverse necessità sanitarie dei viaggiatori.

Segretario Provinciale FIMMG Bologna
Dott. Fabio M. Vespa