l’Assemblea di Bologna dà il mandato per la dichiarazione dello stato di agitazione nella provincia …

marzo 26, 2014 in Accordi, Bologna, Continuità Assistenziale, Province

Divieto3

L’Assemblea provinciale della FIMMG di Bologna, riunita in data 25\03\2014, presso l’Hotel Savoia Regency, sentita la relazione del Segretario generale provinciale Fabio M. Vespa sulla situazione sindacale locale la

APPROVA

L’Assemblea provinciale della FIMMG con rammarico,

PRENDE ATTO

di come, nonostante le ripetute sollecitazioni da parte della F.I.M.M.G. provinciale, l’Azienda sanitaria locale di Bologna non abbia rispettato la gran parte dei contenuti qualificanti del vigente Accordo integrativo locale 2012 2014 come, ad esempio, la costituzione del “Fondo fragilità”.

L’Assemblea provinciale della FIMMG

EVIDENZIA

le ripetute violazioni dell’Azienda sanitaria di Bologna dei dettati dell’Accordo collettivo nazionale vigente, quali il mancato riconoscimento della retribuzione di cui all’art. 59 A comma 5 e 6, il mancato utilizzo dei fondi di cui all’art. 25 comma 3d, il mancato riconoscimento dei diritti sindacali nazionali e regionali, la modifica unilaterale della “Scheda di accesso in ospedale” (allegato E A.C.N.), la mancata copertura delle zone carenti dei Medici di Continuità assistenziale …

L’Assemblea provinciale della FIMMG

DENUNCIA

l’inadempienza della Asl di Bologna riguardo gli impegni alla consultazione ed alla concertazione (Norme finali A.I.L. 2012- 2014) su tematiche di forte impatto sulla professione, come l’introduzione di continui “WARNING”, “AVVISI” e “BANNER” nei gestionali informatici in uso ai Medici di medicina generale, il cui unico scopo pare quello di condizionare progressivamente la libertà prescrittiva del Medico (vedi anche Capitolato di Gara S.S.I. Regione Emilia Romagna).

L’Assemblea provinciale della FIMMG

SOTTOLINEA

la gravità di questa condotta politico-amministrativa che non può trovare alcuna motivazione nella situazione economica complessiva dell’Azienda sanitaria, in quanto le risorse di cui si parla sono state negoziate e sottoscritte dalle parti nel pieno rispetto delle limitazioni di spesa per la pubblica amministrazione.

L’Assemblea provinciale della FIMMG, perciò,

INDIVIDUA

 

come irrinunciabile la necessità di contrastare la strategia della Azienda sanitaria di Bologna e della Regione Emilia Romagna, tesa a sottrarre risorse all’area dell’Assistenza primaria con lo scopo di finanziare ed imporre ai cittadini, prima che ai Medici di medicina generale, modelli assistenziali e di gestione delle patologie non condivisi e finalizzati ad erodere il rapporto di fiducia garantito dal diritto di scegliersi il medico di famiglia, affidando a figure professionali a rapporto di dipendenza sempre maggiori competenze specifiche della medicina generale

L’Assemblea provinciale della FIMMG

RIBADISCE

Che gli innumerevoli tentativi di conciliazione, culminati nell’odierna Assemblea generale provinciale, alla quale è stato invitato il Direttore generale dell’ASL dott. Francesco Ripa di Meana sono sinora falliti e pertanto

CONFERISCE IL MANDATO

Alla Segreteria provinciale, di indire, in assenza di segni immediati, tangibili ed inequivocabili di mutamento della politica aziendale, lo stato di agitazione della Categoria nel territorio dell’Asl di Bologna, nei tempi e con i modi che riterrà opportuni.